Passaggio di parametri per valore o per riferimento

In C++ ci sono due modi per il passaggio dei parametri alle funzioni: passaggio di parametri per valore o per riferimento.

Passaggio di parametri per valore

Per capire bene il concetto partiamo da un esempio tipico che viene utilizzato spesso nelle spiegazioni.

#include <iostream>
using namespace std;

void swap(int a, int b) {
   int temp;
  
   temp = a;
   a = b;
   b = temp;
}

int main()
{
	int x, y;
	cout<<"Inserisci il numero x:";
	cin>>x;
	cout<<"Inserisci il numero y:";
	cin>>y;

	swap(x,y);

	cout<<x;
	cout<<y;
return 0;
}

In quest’esempio la funzione swap ha lo scopo di scambiare il valore di a con quello di b e viceversa, utilizzando una variabile temporanea.

Nel main poi inserisco due valori e richiamo la funzione swap su di essi.

Stampo i valori in output ma non sono cambiati!

Perché? Non sono cambiati perché lo scambio è avvenuto all’interno della funzione swap ma non si può riflettere al di fuori di essa. La funzione swap infatti non restituisce un valore ma fa un’operazione di scambio che avviene all’interno della funzione stessa.

Diverso infatti quando scriviamo:

int somma (int a, int b)
{
   int s;
   s=a+b;
   return s;
}

Infatti in questo caso si ha un passaggio di parametri per valore ma la funzione mi ritorna la somma. E quindi quando poi vado a richiamare la funzione nel main mi restituirà effettivamente la somma.

Il discorso nell’esempio dello swap è ben diverso dunque.


Passaggio di parametri per riferimento

Un’altra modalità di passaggio di parametri è quello per riferimento.

Facciamo quindi subito un altro esempio.

#include <iostream>
using namespace std;

void swap(int *a, int *b) {
   int temp;
  
   temp = *a;
   *a = *b;
   *b = temp;
}

int main()
{
	int x, y;
	cout<<"Inserisci il numero x: ";
	cin>>x;
	cout<<"Inserisci il numero y: ";
	cin>>y;
	swap(x,y);
	cout<<"x vale: "<<x<<endl;
	cout<<"y vale: "<<y;
return 0;
}

Come potete notare il passaggio per riferimento avviene utilizzando il simbolo * e poi la variabile, cioè utilizzando il puntatore alla variabile.

Ad un puntatore infatti si fa puntare l’indirizzo della variabile e quindi chiaramente cambiando il puntatore si cambia il valore da esso puntato.

In questo modo la funzione invocata e quella invocante utilizzano le stesse variabili che dunque possono essere scambiate.

Questi sono solo dei semplici esempi per spiegare il passaggio di parametri per valore o per riferimento.

Alcuni link utili:

Ciclo while in C++

Ciclo do while

Iterazioni con il ciclo for in C++

Operatori logici in C++

Esercizi con switch case in C++

Switch case in C++

If else in C++

Casting in C++

Variabili in C++

Tutorial C++

Successione di Fibonacci in C++


Autore dell'articolo: Cristina

Avatar per Coding Creativo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *