Client/server e peer-to-peer

In questa lezione parleremo di client/server e peer-to-peer, cioè di due diverse architetture di rete e studieremo gli ambiti di utilizzo.

Architettura client/server

La rete client/server è caratterizzata da una architettura in cui il client richiede dei servizi ad un server che glieli fornisce. Quindi il server è il fornitore di servizi mentre il client è il fruitore del servizi richiesti.

Per poter comunicare tra di loro è necessario che le macchine parlino lo stesso linguaggio, cioè che usino un protocollo applicativo.

Gli utenti della rete quindi, se hanno il permesso, possono accedere alle risorse che il server mette a disposizione. Come avviene ad esempio quando un client chiede di poter stampare su una stampante condivisa in rete e gestita da un server di stampa centralizzato.

Il server di una rete deve essere gestito da un amministratore di rete che implementa anche le misure di sicurezza, il backup dei dati e l’accesso degli utenti alle risorse di rete.

L’amministratore si occupa dunque di fare copie di sicurezza dei dati in modo da garantire il ripristino se i dati dovessero andare persi.

Questo tipo di architettura ha avuto molto successo e trova spazio in molte applicazioni dove si richiede che un server fornisca servizi a tanti client.

Schema di funzionamento di un sistema client/server

1. Il client invia una richiesta ad un server.

2. Il server riceve la richiesta e quindi va in stato di ascolto (listening).

3. Interpreta la richiesta e la esegue.

4. Manda la risposta al client.

5. Il client riceve la risposta.

Modalità di comunicazione di un sistema client/server

La modalità di comunicazione può essere di due tipi:

Unicast dove il server comunica con un solo client per volta.

Multicast dove il server comunica contemporaneamente con più client.

Se un server multicast riceve troppe richieste contemporaneamente può entrare in uno stato di congestione.

In genere il client ha un indirizzo IP dinamico, mentre il server deve avere un indirizzo IP statico.

Alcuni esempi di architettura client/server

– Server web. Un client fa una richiesta di un sito web, attraverso il brower, e il server risponde inviando i dati al client.

– Posta elettronica. Il provider scelto fornisce un server che ha il compito di ricevere i messaggi e di trasmetterli.

Peer-to-peer

Nelle reti peer to peer i dispositivi sono collegati direttamente tra di loro senza l’utilizzo di altri dispositivi di rete. Quindi si tratta di reti dove ogni dispositivo ha uguali responsabilità.

Svantaggi reti peer-to-peer

Le reti peer to peer presentano diversi svantaggi:

– In questo tipo di rete non c’è nessun controllo centrale di gestione della rete e non c’è neanche bisogno di assumere un amministratore di rete dedicato.

– Ogni utente è dunque responsabile di ciò che vuole condividere con gli altri e questo rende difficile controllare ciò che viene condiviso.

– Inoltre non c’è nessun controllo sulla sicurezza, ogni computer utilizza le proprie misure per la protezione dei dati.

– La rete diventa sempre più complessa da gestire, soprattutto se il numero di computer è elevato. Le reti peer to peer infatti lavorano meglio in ambienti con meno di dieci computer.

Alcuni esempi di architettura peer to peer

– Skype

– Bit torrent

Alcuni link utili

Indice argomenti reti

1 – Introduzione alle reti

2 – Reti Pan, Lan, Man, Wan e Gan

3 – Tecnologia Bluetooth

4 – Tecnologia Wi-Fi

5 – Tecnologia WiMAX

6 – Topologia delle reti

7 – Hub e Switch

8 – Bridge e Router

9 – Commutazione di pacchetto e di circuito

10 – Mac Address

Autore dell'articolo: Cristina

Avatar per Coding Creativo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *